Archivio

Fondazione Leonardo Sciascia

Patrimonio documentario

Donazione Leonardo Sciascia - Carteggio

Estremi cronologici: anni Cinquanta – anni Ottanta. Nel 2017 l’archivio epistolare di Leonardo Sciascia è stato riconosciuto “d’interesse culturale” con decreto n. 81 del 28.07.2017, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
La corrispondenza dello scrittore è una fonte preziosa di notizie, testimonianza del rapporto tra Sciascia e i maggiori intellettuali italiani e personalità del mondo politico e culturale del Dopoguerra, da Pier Paolo Pasolini ad Italo Calvino, da Elio Vittorini a Jorge Guillén, e ancora Goffredo Parise, Giuseppe Pontiggia, Vincenzo Consolo, Manuel Puig, Jordi Pujol, Domenico Faro, Fabrizio Clerici, Mario Dell’Arco, Antonino  Uccello, Gesualdo Bufalino, Salvatore Battaglia, Piero Chiara, Mario Tobino, Indro Montanelli, Giorgio Napolitano, Alberto Moravia e tante altre personalità del mondo della letteratura, delle arti figurative e di gente comune. 

Donazione Jean-Nöel Schifano

2 dattiloscritti di Leonardo Sciascia con note manoscritte dall’autore: I pugnalatori, L’affaire Moro.
Jean-Nöel Schifano, scrittore e intellettuale italo-francese, lavora presso la casa editrice Gallimard
di Parigi. Ha curato alcune edizioni in francese delle opere di Leonardo Sciascia. I due dattiloscritto
che qui citiamo sono stati inviati da Sciascia a Schifano proprio alla scopo di curarne la
pubblicazioni in lingua francese.
Nel 2017 la donazione è stata riconosciuta “d’interesse culturale” con decreto n. 85 del 09.08.2017,
del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Donazione Francesco Guardione - Carteggio

Estremi cronologici: seconda metà dell’Ottocento – prima metà del Novecento.
Francesco Guardione, letterato e storico, nato a Messina nel 1847 e morto a Palermo nel 1940,
trascorse la gran parte della vita a Palermo. Fu testimone oculare della battaglia di Calatafimi,
scrisse numerosi lavori su personaggi illustri e meno noti del panorama culturale e politico siciliano.
Nel 2017 la donazione è stata riconosciuta “d’interesse culturale” con decreto n. 85 del 09.08.2017,
del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Donazione Giacomo Gagliano – Carteggio

Estremi cronologici: anni Venti – anni Sessanta (Novecento).
Giacomo Gagliano (Leonforte 1903 – Palermo 1973), genero di Francesco Guardione, giornalista de
“L’Ora”, di Palermo, “Il Giornale di Sicilia”. Lavorò anche per la RAI Sicilia come radiofonico. Si
occupò principalmente di teatro, letteratura e cinema. Attento conoscitore delle vicende sociali,
culturali e politiche di Palermo e della Sicilia del Novecento.
Nel 2017 la donazione è stata riconosciuta “d’interesse culturale” con decreto n. 85 del 09.08.2017,
del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.