FondazioneSciasciaFondazioneSciasciaFondazioneSciasciaFondazioneSciasciaFondazioneSciasciaFondazioneSciasciaFondazioneSciasciaFondazioneSciascia

La Fondazione


Aula consiliare del Municipio di Racalmuto, 27 gennaio 1987 – stipula atto d’acquisto ex-centrale elettrica da adibire a  Fondazione Leonardo Sciascia

 


Racalmuto, sede della Fondazione Leonardo Sciascia

La Fondazione Leonardo Sciascia, ente morale giuridicamente riconosciuto, è stata istituita dal Comune di Racalmuto d’intesa con lo scrittore, che le ha donato una http://store.storageecc.it/045/images/miniatura1.jpgpregevole collezione di ritratti di scrittori, quasi tutte le edizioni italiane e straniere dei suoi libri, le lettere ricevute in mezzo secolo d’attività letteraria e circa 2000 volumi della sua biblioteca. Il Comune di Racalmuto ha acquistato dall’ENEL un edificio già sede di una centrale elettrica e lo ha trasformato - su progetto dell’arch. Antonio Foscari dell’Università di Venezia - in sede della Fondazione.
Questa istituzione, da diversi anni, bandisce un premio biennale per tesi di laurea sulla figura e l’opera di Leonardo Sciascia, iniziativa che vede la partecipazione di studenti di università italiane e straniere, con i quali la Fondazione mantiene un continuo contatto.

Ad attirare i visitatori è la grande pinacoteca che raccoglie più di duecento ritratti di scrittori, realizzati con tecniche differenti e in epoche diverse, quasi tutti donati da Leonardo Sciascia. Tra questi, numerose opere di Clerici, Guccione, Guttuso, Caruso, Tranchino e Chagall.

Alla pregiata raccolta, negli anni, si sono aggiunte altre collezioni: la raccolta di incisioni del catanese Domenico Faro e una serie di opere donate dall’artista Bruno Caruso.

Nella struttura vi è anche una biblioteca che conta ad oggi circa 27 mila unità bibliografiche tra cui circa quindici mila volumi catalogati secondo il sistema di Classificazione Decimale Dewey. La parte più consistente riguarda opere di narrativa, saggistica, critica letteraria (con particolare riferimento alla letteratura siciliana), ma anche una fornita sezione relativa all’arte e alla storia. La biblioteca, inoltre, conserva la corrispondenza dello scrittore con i maggiori intellettuali italiani e personalità del mondo politico e culturale del dopoguerra, da Pier Paolo Pasolini ad Italo Calvino, da Elio Vittorini a Jorge Guillén, e ancora Goffredo Parise, Giuseppe Pontiggia, Vincenzo Consolo, Manuel Puig, Jordi Pujol, Domenico Faro, Fabrizio Clerici, Mario Dell'Arco, Antonino  Uccello, Gesualdo Bufalino, Salvatore Battaglia, Piero Chiara, Mario Tobino, Indro Montanelli, Giorgio Napolitano e tante altre personalità del mondo della letteratura, delle arti figurative e di gente comune. Si tratta di un patrimonio insostituibile: circa otto mila lettere e documenti di notevole interesse intellettuale e grande valore culturale in quanto testimonianza “di prima mano” di buona parte dell'attività letteraria europea della seconda metà del Novecento. Completa la collezione una ricca e fornita emeroteca. Negli anni la biblioteca ha acquisito anche numerose donazioni che hanno contribuito ad arricchire maggiormente il patrimonio. Tra le più interessanti, la “Donazione Giacomo Gagliano” (giornalista palermitano), conta circa quattro mila tra libri, riviste, foto d’epoca, articoli e un carteggio che testimonia un’interessante corrispondenza con attori e scrittori dell’epoca come Luigi Pirandello e Marta Abba, ma anche Alessio Di Giovanni, Tommaso Marinetti, Giuseppe Antonio Borgese e Vitaliano Brancati; la “Donazione Francesco Guardione” - storico siciliano molto apprezzato e rinomato per i suoi studi sul Risorgimento italiano - una raccolta pregiata di libri, circa mille articoli di varie testate giornalistiche e una corrispondenza che conta più di tre mila documenti (lettere, cartoline etc.), testimonianza preziosa dei rapporti dello storico con personaggi come Giuseppe Garibaldi (di cui si conservano lettere, biglietti e foto d’epoca con firma autografa), Giuseppe De Spuches, la famiglia di Giacomo Leopardi (con un bel ritratto del poeta di Recanati con firma autografa originale), Giosuè Carducci e molti altri. Infine, la “Donazione Giuseppe Mattina”, che ha arricchito il patrimonio bibliografico di importanti testi sulla storia di Racalmuto, le donazioni dei professori Giuseppe Nalbone e Antonio Di Grado e di importanti case editrici come Mursia, Sellerio, Sciascia, Stampa Alternativa.

Di particolare interesse anche la mostra fotografica permanente “La Sicilia, il suo cuore”, interamente dedicata a ritratti d’autore di Sciascia firmati da fotografi di fama internazionale come Henri Cartier-Bresson, Ferdinando Scianna, Giuseppe Leone, Enzo Sellerio, Melo Minnella, Fausto Giaccone, Elisabetta Catalano.

Sede di prestigiosi convegni letterari e scientifici, di mostre di pittura e scultura, di esibizioni musicali, di rassegne cinematografiche, di seminari di studio su diversi temi, curatrice e promotrice di pubblicazioni, strettamente legate al ricordo e all’attualizzazione del messaggio di Leonardo Sciascia, la Fondazione è costantemente impegnata, nel rispetto della volontà dello scrittore e per sua stessa vocazione, al fine di contribuire alla promozione della cultura nel nostro territorio e allo sviluppo di una forma di “turismo culturale”. Va ancora ricordato che la Presidenza del Consiglio dei Ministri le ha conferito, per l’anno 1997, il Premio per la Cultura come riconoscimento per l’attività svolta. Il 24 maggio 2009, nella ricorrenza del ventennale della morte dello scrittore, il Presidente della Repubblica italiana, Giorgio Napolitano, ha visitato i locali della Fondazione, celebrando l’impegno civile di Sciascia con commossa partecipazione.

http://store.storageecc.it/045/images/miniatura2.jpgNell’occasione il Presidente ha manifestato vivo apprezzamento per l’organizzazione, la pinacoteca e le attività della Fondazione che ha definito “una testimonianza viva di quella  Sicilia della ragione e della cultura che può ben identificarsi con il nome di Leonardo Sciascia”.

 


Il Presidente della Repubblica italiana  visita i locali della Fondazione

 


Davanti alla tomba di Sciascia e della moglie Maria

Torna Stampa i dati

COOKIE POLICY
Copyright 2010 by Fondazione Leonardo Sciascia V.le della vittoria, 3 - 92020 Racalmuto (AG) - Tel: 0922941993 0922949431- Fax: 0922941993

Powered by TechMA with OpenVentiquattro Business Solutions
Disegnato per Internet Explorer 8.x - Ris.min. Cons. 1024 x 768 

SEI IL VISITATORE N°  2040336