3 MINUTI CON …

Una collana di video interventi curata da Fabrizio Catalano per il Centenario 1921-2021.

Intervento del Professor Luciano Curreri da Liegi

Intervento dello scrittore Sidney Cardella


Intervento di Cetta Brancato, scrittrice

Il semiologo Luigi Tassoni prova a scorgere il pensiero di Sciascia nello specchio – deformante? – delle trasposizioni cinematografiche dei suoi romanzi.


Nuntawan Chanprasert, traduttrice thailandese, ha portato per la prima volta le opere di Leonardo Sciascia nell’antico regno del Siam.


Scrittore, regista, saggista e coscienza critica della Sicilia, Melo Freni ricorda l’amico Leonardo Sciascia.


Professore di Letteratura Italiana presso l’università di Nantes, Walter Zidarič ripercorre le strade di Parigi insieme al Candido di Leonardo Sciascia.


Luigi Cavallaro, magistrato e saggista, originario di Racalmuto, ha tratto costante insegnamento dalle opere di Leonardo Sciascia.


Noto ad un vasto pubblico di appassionati di cinema e teatro, l’attore Alessio Caruso ha avuto la ventura di debuttare davanti a Leonardo Sciascia.


Col suo surrealismo civile, il pittore Giuseppe Modica non poteva che affascinare Leonardo Sciascia.


Il pittore Gaetano Tranchino, forse l’ultimo dei metafisici, ricorda l’amico Leonardo Sciascia in un misto di commozione e di leggerezza.


Lucia Tancredi, scrittrice ed editrice, ritrae Leonardo Sciascia come un uomo fuori da ogni consorteria.


Salvo Presti, autore e regista, si lascia guidare da Leonardo Sciascia sul crinale tra la vita e la morte.


Rino Tringale, ingegnere convertitosi alla letteratura, prova a leggere l’attualità attraverso il pensiero e i personaggi di Sciascia.


Naomi Takeya, traduttrice e saggista, ricorda Leonardo Sciascia, la sua generosità e i successi dei suoi romanzi in Giappone.


Per il regista Beppe Cino, cresciuto tra Racalmuto e Caltanissetta, l’opera di Sciascia non invecchia perché costantemente rimane sospesa fra letteratura e filosofia.


Milly Curcio, insegnante e storica della Letteratura, ha curato insieme a Luigi Tassoni il volume Lettere dal centro del mondo, che raccoglie la corrispondenza tra Leonardo Sciascia e Mario La Cava.


Luigi Tassoni, semiologo e docente presso l’università di Pécs, ha curato insieme a Milly Curcio il volume Lettere dal centro del mondo, che raccoglie la corrispondenza tra Leonardo Sciascia e Mario La Cava. 

Condividi